"dolce bufala" battezzata da Vissani

Postato in Rassegna Stampa

pianeta bufala 027AVERSA. Dopo aver riscosso nell’ambito della kermesse Vitigno Italia, svoltasi a Castel dell’Ovo, a Napoli, dal 20 al 25 maggio, lusinghieri apprezzamenti per la sua creazione “dolce bufala aversana”, lo chef Nino Cannavale ha presentato la novità dolciaria ...

... anche nel corso della serata inaugurale di Pianeta Bufala, l’importante rassegna in corso dal 27 maggio al 3 giugno ad Eboli. L’evento, organizzato e promosso dall’associazione Puro Gusto, (col patrocinio, tra gli altri, del Ministero Politiche Agricole e Forestali e Regione Campania,) allo scopo di creare momenti di confronto con riferimento ai prodotti tipici regionali, ha offerto al cuoco aversano l’ulteriore e prestigiosa occasione per illustrare ad un pubblico numeroso, interessato e competente la “dolce bufala”, un dolce particolare caratterizzato da una delicata sfoglia di mozzarella di bufala alla prima cotta che avvolge un cuore di ricotta di bufala farcito da canditi e gocce di cioccolato, il tutto poggiato su un doppio strato di pan di spagna bagnato allo Strega.

Precisamente Cannavale, presidente dell’Associazione Cuochi Normanni, ha avuto modo di preparare dal vivo la pianeta bufala 016“dolce bufala” nell’ambito di un vero e proprio cooking show presentato da una brillante Antonella Petitti direttrice del giornale di enogastronomia Rosmarinonews.it e sotto gli occhi espertissimi e attenti di Gianfranco Vissani, il celebre chef che, dopo aver presentato il suo piatto ”pasta di Gragnano alla cannella con filetti di pomodoro San Marzano, bufala e salsa di finocchi”, non ha mancato di mostrare il suo compiacimento per la creazione di Cannavale.

Ad accompagnare le degustazioni offerte al pubblico vini campani abbinati dal delegato Fisar Salerno, Alberto Giannattasio. In definitiva una bella serata preceduta da un’altrettanto ricca parte inaugurale e a cui ne faranno seguito altre, nei prossimi giorni, all’insegna del rilancio delle risorse tipiche campane.

Vissani battezza la "dolce bufala" di Cannavale

Postato in Rassegna Stampa

540406 2944252690916 1399206587 32227123 201110539 nAVERSA. Aversa ospite d’onore alla kermesse ebolitana “Pianeta Bufala”, che per una settimana, come di consueto, promuoverà l’oro bianco.

La città normanna sarà presente con Nino Cannavale dell’associazione “Cuochi Normanni” che presenterà “Dolce bufala”, un dolce di sua invenzione tutto fatto con latte di bufala e suoi derivati. A tenere a battesimo questa vera leccornia Gianfranco Vissani, nella giornata di sabato 26 maggio, in apertura della manifestazione.

 

                       

Pianeta Bufala: la conferenza stampa

Postato in Rassegna Stampa

PB logo31Conto alla rovescia per l’appuntamento con “Pianeta Bufala”, kermesse eno_ gastronomica in cui protagonisti sono i prodotti della bufala, i tipici della Piana del Sele e quelli a denominazione di tutta Italia. Un’occasione per gustare a tutto tondo il mondo del food Made in Italy, vero e grande motore dell’economia del Bel Paese. Occasione anche per riflettere sull’alimentazione, strumento fondamentale del benessere.

La conferenza stampa di presentazione si è tenuta stamane a bordo della MSC Sinfonia nel Porto di Salerno. Tra gli intervenuti anche l’assessore all’agricoltura della Provincia di Salerno Mario Miano, l’assessore alle attività produttive della provincia di Salerno Gaetano Sole, il presidente del Consorzio della Mozzarella di Bufala DOP Domenico Raimondo, il presidente di Confesercenti Salerno Enrico Bottiglieri, il presidente di Intertrade Salerno Enzo Galiano, il presidente dell’Associazione Puro Gusto Attilio Astone ed il giornalista Enzo Todaro.

Per l’occasione è stata scelta una location straordinaria e simbolica, vista l’ambizione del progetto di portare la mozzarella di bufala all’estero con edizioni fuori dai confini nazionali. D’altronde è stato sottolineato a più riprese quanto strategico sia, in questo momento di profonda crisi, puntare su quanto ancora funziona: l’agroalimentare. La voce dell’export settoriale è in continua crescita, nonostante tutto.

INAUGURAZIONE. C’è attesa per l’inaugurazione del Bufala Village – di 10.000 mq. – prevista per il 26 maggio prossimo, alle ore 18, in Piazza della Repubblica ad Eboli. Gli organizzatori, assieme alle istituzioni e ai rappresentanti politici e sindacali, taglieranno il nastro assieme allo chef Gianfranco Vissani, grande appassionato dei prodotti bufalini.

Ancora una volta a simboleggiare l’intreccio imprescindibile che lega questo progetto al territorio, sarà tagliata una grande “treccia” di bufala che crescerà di anno di anno assieme agli appuntamenti in programma.

DIETA MEDITERRANEA, EDUCAZIONE ALIMENTARE e SLOW FOOD. La buona cucina non può e non deve essere un privilegio di pochi, Pianeta Bufala vuole proporre un mondo in cui poter incontrare bravi chef, giovani talentuosi, esperti, nutrizionisti, al fine di avvicinarsi ai principi della Dieta Mediterranea e comprendere l’importanza dell’alimentazione. Mangiare non è un gesto che possiamo permetterci di fare inconsapevolmente, da questa necessità ne risente la nostra vita e la nostra salute. Ecco perché molte saranno le riflessioni, anche durante i Cooking Show relativi ad una buona educazione alimentare. La forte collaborazione con Slow Food sottolinea quanto “Pianeta Bufala” tenga a fare corretta informazione sul cibo e sull’approccio ad esso.

Il laboratorio “Resistenza Contadina” parlerà di come fare la spesa preservando biodiversità, economie locali, saperi e sapori della nostra terra. Il laboratorio “Il silenzio degli ingredienti” proporrà una degustazione alla cieca di 3 confetture, per comprendere attraverso i sensi quello che le etichette dicono e quello che non dicono. Il laboratorio “Slow Life: vivere Mediterraneo” condurrà il pubblico alla scoperta - attraverso la degustazione – di prodotti dimenticati, facendo notare alcuni sapori, aromi, profumi facciano parte del nostro patrimonio biologico, culturale e identitario.

GLI OSPITI dei COOKING. Ad aprire gli appuntamenti nella serata inaugurale un cooking show a cura dello chef Gianfranco Vissani, accompagnato dagli chef Fabio Pesticcio e Nino Cannavale che presenterà il suo “Dolce Bufala”. Seguiranno la chef Philly D’Uva a rappresentanza del Distretto Agroalimentare Nocera Inferiore – Gragnano, gli stellati Francesco Rizzuti e Paolo Barrale, gli chef Marco Coppola e Mauro Improta (molto seguiti nella trasmissione “La Prova del Cuoco”), il pasticcere Salvatore De Riso e le cake designer Antonella Stornaiuolo e Rosalba Venusto. Per l’occasione Marco Coppola presenterà il suo libro “Da uomo a uomo”, Mauro Improta “A tutto gas” e la blogger Imma Falco racconterà dell’esperienza di “Fornelli in rete” – un’antologia di ricette scritte da 56 blogger provenienti da tutta Italia, grazie alla fattiva collaborazione avviata con la Casa Editrice Malvarosa. Non mancherà la presenza di chef locali che proporranno piatti della tradizione e non, interverranno Antonietta Boffa, Carmelo Vignes, Gustavo Sparano, Lorenzo Forlano e Dino Marchetta. Madrina dell’ultima serata della kermesse, la simpatica e giovane chef Luisa Cuozzo, seconda classificata nel Concorso Tv Master Chef Italia. A condurre i cooking show la giornalista enogastronomica e sommelier Antonella Petitti, direttore del giornale on-line Rosmarinonews.it.

TRA VINO e BIRRA ARTIGIANALE. Venerdì 1° giugno – alle ore 10:30 – la Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori – Delegazione di Salerno, guidata da Alberto Giannattasio, proporrà un mini-corso di approccio al vino di un paio d’ore. Un modo per cominciare a fare delle differenze nello scegliere una bottiglia di vino e di comprendere quale direzione prendere per allenare le proprie papille gustative.

Sabato 2 giugno – alle ore 18:00 – l’Associazione “Malti da Legare”, presieduta da Luca Celoria, proporrà un originale laboratorio dedicato a chi ama la birra artigianale. Degustatori esperti guideranno i partecipanti agli abbinamenti di 3 birre con la mozzarella e la ricotta di bufala campana DOP.

I COMMENTI. “Sono orgoglioso di quanto stiamo riuscendo a proporre al grande pubblico, avvicinarsi al top dei prodotti italiani ed agli chef ambasciatori del Made in Italy e di una sana alimentazione non dev’essere occasione di pochi” – spiega Attilio Astone, presidente dell’Associazione Puro Gusto. “Il cibo è identità, conoscenza ed anche salute. La nostra mission è stimolare le produzioni locali ed avvicinare chi lavora nel settore ai consumatori”.

“Seppure questo è un momento di profonda crisi economica, è nostro compito non abbandonarci alla situazione ma lottare con i mezzi migliori per combatterla. Il Made in Italy con i suoi innumerevoli prodotti a denominazione fa parte di quella fetta di economia che ancora funziona e che produce segni positivi nell’export” – specifica Enzo Galiano, presidente di Intertrade Salerno – “ecco perché in questa kermesse puntiamo anche a sviluppare rapporti internazionali. Ma il primo passo è far conoscere e far amare i nostri tipici in primis agli stessi italiani”.

“Eboli è lieta di ospitare uno degli appuntamenti più importanti del nostro territorio, una rassegna enogastronomica di grande qualità, che intende promuovere – sul solco di quanto già fatto con precedenti manifestazioni che hanno avuto notevole riscontro di pubblico – le produzioni di eccellenza del nostro territorio, in primis la mozzarella di bufala” – spiega il sindaco di Eboli, Martino Melchionda. “E’ questo, io credo, il modo migliore di promuovere lo sviluppo del nostro territorio. L’Amministrazione Comunale sarà sempre a fianco di quanti vogliano operare concretamente per far emergere i punti di forza della nostra realtà produttiva e la bellezza del nostro territorio, che vede la non comune coesistenza di mare e montagna, nonché di una piana dedita ad attività agricole di assoluta avanguardia e di un centro storico di riconosciuto pregio architettonico”.

I Cuochi Normanni in visita dal vescovo Spinillo

Postato in Rassegna Stampa

CUOCHI-NORMANNI-DAL-VESCOVO-SPINILLO-webTratto da: http://www.pupia.tv

Il presidente del sodalizio,  nato per la valorizzazione e la promozione dei prodotti tipici di Terra di Lavoro, nel corso della visita svoltasi al vescovado mercoledì 9 maggio, ha illustrato al primo pastore della Diocesi di Aversa  le linee guida dell’ attività associativa. Al vescovo Spinillo per l’occasione è stata presentata la “dolce bufala” o “cassabufala”  come anche è stata definita; l’ultima creazione di Nino Cannavale che mostra la sfoglia di mozzarella racchiudere un gustosissimo impasto di ricotta di bufala e canditi,  impreziosito da un leggero velo di crema di pistacchio, il tutto  posto su uno strato di pandispagna bagnato allo Strega

 

Lo chef aversano ha potuto, quindi, avere anche il riscontro del gradimento del vescovo  CUOCHI-NORMANNI-CASSABUFALA-foto-1-webche non ha mancato di sottolineare la bontà del dolce ed esprimere l’apprezzamento per le finalità perseguite dall’associazione, in particolare quelle di carattere formativo e divulgativo rivolte alle giovani generazioni.

 

Cannavale, accompagnato nella circostanza da altri componenti dell’associazione come il ristoratore Francesco ChianeseDomenico CannavaleAlessandra Margarita e Salvatore Cassinese, ha manifestato al vescovo la volontà di avviare collaborazioni con enti pubblici e realtà imprenditoriali per la riscoperta e il rilancio di quelli che erano dei fiori all’occhiello di Terra di lavoro.

Qui trovi la Dolcebufala

Sede: Via Mameli, 15 - 81031 - Aversa - CE Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -

Coordinamento Nazionale: Roma tel. 335.393018